I tatuaggi sono diventati così di moda che il modo migliore per distinguersi ormai è quello di non averne. Ma in realtà, da sempre ne siamo affascinati, infatti l’ultima tendenza dei tatuaggi, sulle dita delle mani, ci sta completamente facendo impazzire. Possiamo dividerli in due tipi: quelli per le ragazze, delicati ed ornamentali fatti con l’henné e quelli più audaci e sfrontati, da ragazzaccio, che ricordano l’epoca dei marinai, dei carcerati e di persone poco raccomandabili, visti in malo modo dalla società. A noi piacciono entrambi e vogliamo mostrarvene qualche esempio. Casualmente, uno dei nostri fotografi preferiti ne possiede un paio, così abbiamo deciso di chiedere a lui cosa ne pensa. Dopo tutto, sbirciare un po’ su internet permette di farsi meglio un’idea di questa nuova tendenza

 

allen-henson-finger-tattoosIl fotografo Allen Henson e i suoi tatuaggi, Allen Henson

 

finger-tattooL’opzione delicata, The Odyssey

 

breezymoonchildLa modella e musa Brianna-Lin Ackley, Ackley’s Instagram

 

Allen Henson è un fotografo di successo di New York, così come un veterano che ha avuto l’opportunità di visitare l’Iraq per ben due volte. D’altronde siamo stati attratti dai suoi favolosi scatti che catturano la bellezza femminile, in modo molto accurato e dettagliato. Lui si reputa un “artista visivo, uno sperimentatore sociale, un documentatore e, inoltre, un manipolatore”. Ha collaborato con agenzie come Ford, New York Models, Elite, Wilhelmina e tanti altri. I suo lavori sono stati pubblicati dalle riviste di Playboy, Vogue, Cosmopolitan e Papercut Magazine. In un’intervista esclusiva ecco cosa ci ha svelato a proposito di alcuni tatuaggi che ha sulla mano e le dita:

SB: Come ti descivi?

AH: Sono un tipo caotico e mi annoio facilmente.

SB: Cos’è davvero importante per te?

AH: Allontanare la noia. 

 

allen-henson-photographyPhoto Credit: Allen Henson

 

 SB: Qual è la tua fonte di ispirazione?

AH: Soprattutto il viaggiare. Ma anche il vecchio stile architettonico e alcuni personaggi sfortunatamente già deceduti. Tutte le persone che ammiro fanno parte del passato: alcuni autori e artisti, come Hemingway, Hunter S. Thompson, Dalì, Horst, Dick Avedon, Man Ray, Penn, Helmut Newton – loro sono un cliché, ma dei veri maestri per ogni fotografo, specialmente editoriale. Ce n’è uno che ammiro e che è l’unico ancora in vita ed è Chuck Palahniuk.

SB: 5 cose senza le quali non puoi vivere?

AH: Una buona penna, un indistruttibile paio di stivali, il mio kit di difesa, il passaporto ed il mio cellulare.

SB: La cosa più stravagante che hai fatto?

AH: Non fraintendetemi, mi reputo ancora un povero bianco, ma negli ultimi anni mi sono probabilmente viziato un pochino: spesso volo in prima classe. Niente è paragonabile ad un volo New York- Los Angeles a 800 Km/h, a 8 mila metri da terra, stando distesi su una poltrona, iniettandosi  quantità infinite di rum.

SB: Cosa è più prezioso per te?

AH: La mia macchina fotografica. E’ tutto ciò che ho.

 

allen-henson-photogPhoto Credit: Allen Henson

 

SB: Cosa ami dei tatuaggi?

AH: Il loro commemorare luoghi ed eventi del passato.

SB: A che età hai fatto il primo tatuaggio? Cosa ti sei tatuato e perchè?

AH: Avevo 24 anni ed ero in partenza per l’Iraq. Mi trovavo ad Austin, Texas. Pronto…e selvaggio!

 

finger-tattoo-exampleTatuaggi tribali, Elite Daily  

 

 SB: Cosa ti ha spinto a tatuarti le mani?

AH: Un danno neurologico! Mi diverto quando scatto le mie foto, così nelle dita che uso per fotografare c’è scritto “click click.” Il tatuaggio “boom” è nella mano che uso per scattare e quello che dice “f… you”, l’ho fatto quando ero a Porto Rico.

SB: Pensi che avere tatuaggi nelle dite possa essere per tutti?

AH: Probabilmente non vanno bene nelle mani di coloro che lavorano per Wall Street. Sicuramente Miley Cyrus può averne uno in fronte e andare bene lo stesso. Gli artisti sono invincibili, da sempre.

 

allen-henson-portraitPhoto Credit: Allen Henson

 

Se volete saperne di più su Henson ecco il suo sito web. Troverete tantissime altre idee per tatuaggi su Pinterest e Instagram e se non vi sentite ancora pronti ad impegnarvi con un tatuaggio permanente, potete sempre prendere in considerazione la tecnica dell’hennè.

 

henna5Henna inspiration, Outcasts of the Orient 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata