E’ stata La Voce per eccellenza, e uno tra i più influenti personaggi dello showbiz del Ventesimo secolo. In una magnifica canzone ha reso immortale la città di New York, mentre in un’altra ha chiesto di essere portato sulla luna. Signore e signori, cento anni fa nasceva il leggendario Frank Sinatra. Unico e indimenticabile. 

 

the voicePhoto Credit: Marshall Matlock
                                                                                  

 
Nato nel New Jersey da genitori italiani, fin da piccolo Francis Albert Sinatra ha mostrato interesse verso il mondo dello spettacolo. Ha mosso i primi passi come imitatore e, finalmente, durante gli anni del college, ha fatto irruzione sulla scena musicale newyorkese, iniziando a canticchiare qua e là per i locali della Grande Mela. Qualcosa di molto più grande, però, lo stava aspettando: un successo mondiale, una vita tormentata e piena di luci e ombre, canzoni leggendarie, ancora oggi classici intramontabili. 

La sua è stata una carriera piena ed entusiasmante: ha inciso più di 2.600 canzoni, per un totale di 166 album. Si è dedicato, con fortuna, anche al grande schermo. Si è circondato dei più famosi personaggi dell’epoca, tra cui i suoi amici John Fitzgerald Kennedy, Ronald Reagan e Marilyn Monroe, con la quale pare ci sia stato del tenero. 

 

frankPhoto Credit: Classic Cinema Images
                                            

Un personaggio artistico completo. Frank Sinatra ha saputo conquistare il suo pubblico grazie a charme, stile, ma soprattutto grazie alla sua splendida voce. La città di New York non può che essere grata del fatto di aver contribuito, con il suo effervescente scenario musicale, a far emergere questo artista inarrivabile. Ecco quindi qualche consiglio per chi volesse festeggiare nella Grande Mela i 100 anni di The Voice.

Fino al 26 di Dicembre, al Cafe Noctambulo, nell’East Village di Manhattan, ogni venerdì e sabato sera, potrete godere di un tributo musicale interpretato da Eric Comstock, Christopher Gines e dal cantante jazz Harmony Keeney.

Un’altra serie di performance è in programma oggi, 11 dicembre, il 19 e il 26 dicembre, al Carnegie Club, con la partecipazione di Steve Maglio e la Stan Rubin Orchestra. Per chi non riuscisse ad assistere a questi concerti-tributo, il 18 dicembre, al Lincoln Center, ci sarà la replica del concerto “Sinatra: Voice For A Century”, tenutosi lo scorso 3 dicembre, in collaborazione con la New York Philharmonic diretta da Alan Gilbert. In quell’occasione, sul palco sono salite star come Christina Aguilera, Sting, Sutton Foster, Bernadettte Peters, Chris Botti, Fantasia, Billy Porter and Kyle Dean Massey.

 

sinatraobit13a-4-webPhoto Credit: NY Daily News

 

A chi si trova nella West Coast, invece, è consigliata una visita al Grammy Museum di Los Angeles, dove, fino al 15 febbraio 2016, si potrà assistere ad un’esibizione dedicata interamente a Sinatra. Sono, inoltre, esposti oggetti appartenenti a The Voice, come vecchie foto, premi e i completi indossati durante i concerti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata