Per la maggior parte degli americani, il Giorno del Ringraziamento è una festività imprescindibile, che va festeggiata ovunque ci si trovi. Nel Thanksgiving Day, odori, sapori e colori della tradizione statunitense si mescolano, per segnare l’inizio del periodo natalizio da passare in famiglia, in pieno relax.

L’origine della festività risale al XVII secolo, quando i primi padri pellegrini diedero il via alla celebrazione del raccolto e dei prodotti della campagna, attraverso riti religiosi e cerimonie. Molte usanze tipiche di questa festa, come la preparazione del gigantesco tacchino ripieno e la famiglia raccolta attorno al tavolo, sono rimaste invariate. Allo stesso tempo, molti aspetti di questa festività si sono evoluti, per lasciar spazio ad un approccio più moderno, come ad esempio la parata organizzata da Macy’s a New York City, le immancabili partite di football, ed i  super sconti nei negozi il giorno successivo, nel famoso Black Friday.

 

Ideas-for-Your-Thanksgiving-TablePhoto Credit: Rare Delights

 

Per gli americani che vivono all’estero, tuttavia, può essere difficile riprodurre, fuori dai confini di casa, la magia e l’atmosfera del Giorno del Ringraziamento. La festa, infatti, viene solitamente celebrata di giovedì e  se non ci si trova su suolo statunitense, può risultare difficile godere di un giorno di ferie, per festeggiare degnamente la celebrazione. Fuori dai confini, però, c’è la possibilità di mescolare le tradizioni del Thanksgiving con altre culture: in Europa, ad esempio, in diverse capitali sono organizzati eventi legati al Ringraziamento, attraverso i quali gli americani possono sentirsi comunque a casa, anche se dall’altra parte dell’Atlantico.

Ecco i Thanksgiving europei più importanti. 

Parigi

Gli americani emigrati a Parigi possono cimentarsi nella preparazione di una impeccabile cena del Thanksgiving Day, grazie all’aiuto dei numerosi negozi di alimentari specializzati nella vendita di prodotti americani. Ad esempio, The Real McCoY (194 Rue de Granelle) offre una vasta selezione di salsa di mirtilli e gelatine, mix di ripieni per il tacchino della nota marca Pepperidge Farm e marshmallows da mettere sulle patate dolci. Nel caso in cui cucinare in casa non sia la prima scelta, molte catene di hotel, come il Westin e il Marriot, offrono solitamente cene a tema. Anche il Bistrot Saint Martin (Rue Louis Blanc) offre un menù speciale, durante l’ultimo weekend di Novembre. Da provare anche i piatti proposti dall’Harry’s Bar, vicino all’Opèra.

 

Paris_thanksgivingPhoto Credit: Go Today

 

Londra

Londra ospita un gran numero di emigrati americani. Non è quindi una sorpresa che molti ristoranti della città rispettino la tradizione di celebrare la più importante festa culinaria degli Stati Uniti. Tra questi, il più famoso è sicuramente Balthazar (4 Russel Street), un ristorante nato a New York che fa sentire gli ospiti statunitensi come se non avessero mai lasciato casa. Il menù di quest’ anno include un cocktail a base di pan di zenzero, seguito da tre portate: il tacchino tradizionale con ripieno di castagne e arancia, frittelle di mais e torta di zucca come dessert. Altri ristoranti, come Bea’s of Bloomsbury (83 Watling St.) e Big Easy Covent Garden (12 Maiden Ln), offrono menù simili.

 

Photo Credit: Culinary Stew

 

Roma

Entrare nello spirito del Giorno del Ringraziamento a Roma richiede un po’ di pianificazione, nel caso in cui si voglia organizzare una cena tra le mura domestiche. Se, al contrario, si sceglie un festeggiamento fuori casa, si può puntare su locali come Vivi Bistrot, nei pressi di Villa Doria Pamphilj. Questo ristorante offre una cena – buffet, con l’aggiunta del tocco italiano: il menù, infatti,  include tacchino cucinato con castagne e salsicce. Altri posti, che vale la pena provare sono Mama’s (via Sforza Pallavicini 19) e l’American International Club di Roma (via Parigi 11).

 

rome-autumn-main_2659019kPhoto Credit: The Telegraph

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata