L’abbronzatura è un must dell’estate ma, diversamente dal passato, quando si esagerava col sole senza grandi preoccupazioni, da qualche anno si comincia a dare la giusta importanza alle cure per la pelle dopo l’esposizione al sole: proteggere il derma durante e dopo l’esposizione solare è indispensabile per preservare la salute e la bellezza della nostra cute.

Quali parti del corpo necessitano di particolari accortezze? E quali sono le cure per la pelle dopo il sole che possiamo e dobbiamo mettere in pratica ogni giorno?

Le conseguenze negative più comuni di un’esposizione al sole non protetta o prolungata possono essere fastidiosi eritemi e dolorose scottature. Il viso, il décolleté, l’interno coscia e l’area che dalle spalle arriva fino al collo comunemente sono le zone maggiormente a rischio. Nessuna pelle è esente dai pericoli del sole, non lo è nemmeno una pelle già dorata o già abbronzata.

L’abbronzatura rappresenta la risposta del corpo alle sollecitazioni del sole, il colore della cute è il risultato del lavoro della melanina. Eritemi e scottature attecchiscono laddove la pelle resta disidratata e impreparata all’esposizione solare. E’ per questo che va nutrita, curata e idratata, anche la pelle già abbronzata. Le più efficaci creme abbronzanti sono anche idratanti, nutrienti e rigeneranti come tutti i preparati finalizzati alle cure per la pelle dopo il sole.

cura per la pelle dopo il sole, rimediPhoto Credit: Atrevida

Sarebbe sempre consigliabile utilizzare una crema solare con un fattore di protezione minimo pari a 15, la crema va rispalmata dopo circa 2 ore di esposizione al sole e necessariamente dopo il contatto con l’acqua, poiché anche quando si fa uso di una crema waterproof è consigliabile spalmarla nuovamente una volta usciti dal mare, dalla piscina oppure dopo una semplice doccia rinfrescante. Le più profonde e nutrienti cure per la pelle dopo il sole sono quelle naturali, basti pensare al potere rigenerativo dell’aloe vera, dell’olio o dell’estratto di melissa, oppure agli integratori fitoterapici a base di echinacea, aloe, liquirizia, zinco e vitamina C. Prima di ricorrere ad un integratore fitoterapico è sempre opportuno chiedere consiglio al medico curante.

Da provare: Crema Solare Media Protezione di LAKSHMI, una casa di cosmetici che assicura prodotti rigorosamente “from mother nature”. La crema è a base di oli vegetali di avocado, olio di mandorle dolci, sesamo ed estratti di avena, aloe vera e carota.

Sunveda-SunCream-MediaPhoto Credit: Lakshmi

Le aree delicate del corpo, ed in particolare quelle del volto, vanno trattate in modo peculiare e mirato: l’obiettivo ultimo deve essere quello di evitarne il precoce invecchiamento. Il mezzo migliore per salvare dalle rughe collo, contorno occhi e contorno labbra è l’idratazione:

all’atto dell’esposizione al sole la cute va idratata nutrendola con creme solari delicate, sono da evitare i preparati profumati o quelli che contengono coloranti, quindi selezionate unguenti o creme ipoallergeniche;

Da provare: Burro di karitè, di Fitocose, il laboratorio di Bio-ecosmesi, a base di prodotti da coltivazione biologica. Adatto alla protezione per l’eccessiva esposizione al sole , vento e sbalzi di temperatura.

Photo Credit: Fitocose

Dopo l’esposizione al sole la cute va rigenerata, servono dunque ingredienti idratanti che penetrino in profondità il derma: accanto all’aloe, sono efficaci i semi di pompelmo il cui estratto è particolarmente indicato in caso di herpes labiale.

Da provare: per un’idratazione completa che rispetti tutti i principi delle cure bio, potete utilizzare il Latte Pre-Post della linea Sunveda LAKSHMI

Sunveda-Before-After-MilkPhoto Credit: Lakshmi

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata