Basta fiori e diamanti: da oggi la proposta di matrimonio più hi-tech che ci sia è il  Bitcoin Ring, l’anello di fidanzamento tecnologico.
Il BTC Ring è stampato in 3D, al posto della montatura e delle pietre ha un codice QR e, invece dei carati, ha un valore in Bitcoin.

Photo Credit: Engadget

Se i vostri fidanzati sono “geek” amanti della tecnologia, sapranno già di cosa si tratta.

Il Bitcoin è un nuovo sistema di microvaluta nato nel 2009. Questa moneta elettronica rispetto alle valute tradizionali non si serve di una banca centrale, ma di una blockchain, cioè un database in rete sempre aggiornato sulle transazioni.
Il tutto è gestito da un sistema di crittografia, ecco perché l’anello ha un QR: un codice a barre a matrice. Per conoscere il valore del vostro anello di fidanzamento, quindi, basterà decodificare il codice da un qualsiasi smartphone, grazie ad un’app dedicata.

Photo Credit: 3ders

Siete rimaste male perché al momento della sospirata proposta da parte del vostro partner vi aspettavate un tradizionale solitario?

Pensate invece a tutti i vantaggi di un BTC ring rispetto ad un gioiello classico. Se durante un litigio vi viene in mente di sfilarvi l’anello e buttarlo via per poi pentirvi, se inavvertitamente lo perdete o ve lo rubano, niente paura. Basterà semplicemente ristamparlo. Il suo valore rimane in rete e non solo: può essere alimentato in qualsiasi momento, è come un conto corrente al dito. Sul sito  thebtcring.com si possono trovare tutte le informazioni e anche un video molto simpatico!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata