Vi proponiamo un giro delle piazze d’italia più famose per conoscere il rito dell’aperitivo:da Nord a Sud, dal bianchino allo spritz.

Le piazze italiane sono da sempre centro di aggregazione, fin dall’epoca romana rappresentano il centro della vita comune delle città. Dalle piazzette dei paesini di provincia dove si gioca a carte, alle piazze conosciute in tutto il mondo e mete turistiche intramontabili.

E’ soprattutto d’estate che, complice le temperature miti e il buio che tarda ad arrivare, che diventano punti di ritrovo per il rito di socializzazione per eccellenza: l’aperitivo.
Un rituale tanto semplice quanto complesso dagli ingredienti essenziali: qualcosa da sorseggiare, qualcosa da sgranocchiare e qualcuno con cui farlo.
Dal Nord al Sud d’Italia, le forme assunte dall’aperitivo cambiano ma sostanzialmente i 3 ingredienti restano invariati: da Milano a Torino, da Venezia a Padova, da Roma a Lecce.
Ecco le piazze più belle dove prendere l’aperitivo.

A Torino, l’appuntamento è a piazza Vittorio Veneto, una fra le piazze più grandi d’Europa. I torinesi reclamano la primogenitura dell’aperitivo, inteso proprio come rituale di bere fuori casa, perchè proprio a Torino nel 1796 fu creato un vino aromatizzato con china denominato vermout. Bevanda d’obbligo: Vermouth

Piazza Vittorio Veneto TOPhoto credits: Italia Virtual Tour

A Milano, l’aperitivo è un appuntamento imperdibile. E’ stata la cultura milanese a rendere l’ora dell’aperitivo un vero e proprio evento e a esportarlo in tutta Italia. Dall’Arco della Pace ai Navigli, ogni quartiere e piazza ha i suoi punti di ritrovo e locali alla moda dove le patatine e i salatini lasciano il posto a buffet accorsati con piatti elaborati e gourmet. Bevanda d’obbligo: Bianchino – calice di vino bianco frizzante.



In piazza San Marco a Venezia, il Gran Caffè Quadri è tra i pochi locali al mondo che possono vantare una storia iniziata nel 1775. Sorseggiando gli esclusivi cocktail creati a quattro mani da Raf Alajmo e Leonardo Cisotto, il barman del Quadri, vi sentirete immersi nella storia tra Stendhal, Lord Byron, Marcel Proust e Woody Allen. Bevanda d’obbligo: Martini.

venice-240204_1280Photo credits: pixabay.com

A Padova, aperitivo è sinonimo di spritz, cocktail preparato con vino bianco (prosecco) e uno a scelta tra i bitter più famosi, Aperol e Campari. Il punto di ritrovo per sorseggiarlo è uno dei bar di Piazza dei Signori, dall’atmosfera elegante su cui domina la Torre dell’Orologio. Bevanda d’obbligo: Spritz.

beverages-429135_1280Photo credits: pixabay.com

A pochi passi da piazza del popolo a Roma, una menzione speciale va data all’aperitivo offerto dallo Stravinskij Bar – Hotel De Russie. Una location esclusiva per rilassarsi e godere delle calde serate romane in perfetta tranquillità. Bevanda d’obbligo: cocktail analcolico Lady Bird.

A Lecce, a pochi metri da piazza Mazzini, c’è il miglior bar d’Italia secondo la guida del Gambero Rosso e si chiama 300mila Lounge bar. Bevanda d’obbligo: calice di Primitivo di Manduria.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata