Pelle, legno e creatività napoletana. Possiamo riassumere in questi tre elementi, la formula da cui prendono origine le incredibili creazioni di Francesca Torsi, un brand 100% made in Italy, con sede a Napoli, nato sei anni fa, ed attivo sul mercato nazionale ed internazionale dal 2012.

Le pelli utilizzate, vengono scelte con attenzione e trattate con cura da mastri pellai, in ogni passaggio della lavorazione, mentre il legno è da sempre una grande passione della famiglia Torsi. Il nonno di Francesca era restauratore della Sovrintendenza Artistica di Napoli (artigiano per passione) e Francesca è riuscita, con sforzo e dedizione, ad unire queste due materie così diverse tra loro, per realizzare le sue opere.

 

Photo Credit: Maori Bag, Francesca Torsi

 

Si tratta di un legno utilizzato nell’industria nautica, estremamente malleabile, e lavorato a traforo, prima di essere unito alla pelle e fissato ad essa.
Il processo creativo di Francesca nasce nel quotidiano, e prende ispirazione dalla natura. Secondo quanto racconta l’artista: “La Collezione intera riflette tutto ciò che vivo ed osservo nel quotidiano. Forse, solo in maniera diversa da tutti”.

 

Photo Credit: Pochette Brown, FranscescaTorsi

 

La natura, principale fonte ispiratrice delle borse di Francesca, trova eco anche nei nomi dati alle collezioni. Flowers è nata dall’amore di Francesca per i fiori e le piante, mentre Waves trae ispirazione dal mare e dai suoi riflessi, essendo Francesca nata in una città come Napoli, che ha nell’omonimo golfo una delle sue particolarità per cui è nota in tutto il mondo. Quilterbag è nata invece da una sfida con il padre che ha realizzato a mano la trapuntatura di ogni pezzo facendola sembrare reale.

 

Photo Credit: Pochette Fuxia, FranscescaTorsi

 

Le borse di Francesca Torsi, come potete vedere in queste immagini o sul sito ufficiale del brand, sono delle vere e proprie opere d’arte, frutto di passione, ingegno ed estrosità. Esemplari unici ed originali, che potete trovare sia in Italia che in diversi negozi nel mondo, fino agli Emirati Arabi. Perché, come sostiene Francesca: “ovunque ci sia qualcuno in grado di comprendere l’opera d’arte che vi è in una mia borsa, quel luogo sarà la casa della mia creazione”.

 

 Photo Credit: Quilterbag Black, Francesca Torsi

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata